Caraibi

 

I Caraibi offrono svariate destinazioni, tutte ottime per le immersioni con gli squali. Le specie che si possono incontrare sono tantissime:  squali limone, tigre, grigi, nutrice, pinna nera, spinner, per finire con leucas e martello maggiore.

Le condizioni del mare sono spesso ottimali e le destinazioni adatte anche a subacquei non particolarmente esperti da un punto di vista tecnico. In alcuni punti di immersione, la profondità non supera i 10 metri, in altri è sufficiente indossare maschera, pinne e snorkel per vivere un'esperienza mozzafiato.

 

I Caraibi sono anche sede del centro di ricerca della SharkSchool, ubicato a Grand Cay (Bahamas), un piccolo isolotto delle Abaco settentrionali.

Grand Cay - Bahamas

 

Grand Cay fa parte delle isole Abaco settentrionali. Le Abaco contano circa 15.000 abitanti, 300 dei quali vivono in questo picolo isolotto. Ci sono due ristoranti, tre bar, alcuni negozietti tipici dove potrai trovare ciò che le imbarcazioni di rifornimento avranno portato, così come una chiesa dove si tengono suggestivi riti gospel. Di sicuro, se sei un amante della vita notturna, delle discoteche e ti piace lo shopping, questa non è la tua destinazione. Al contrario, se sei un subacqueo "rustico" e che si sa adattare, qui ti troverai perfettamente a tuo agio.

 

La popolazione locale è amichevole e aperta, anche se stupita del numero di subacquei che si sobbarcano tutti questi km per immergersi in compagnia degli squali. Gli indigeni li tempono a tal punto da preferire abbandonare le nasse sul fondale, pur di non doverle andare a recuperare e rischiare un incontro sgradito. Fretta e stress non sono di casa a Grand Cay, rendendo questa meta ideale per chi è alla ricerca di pace e tranquillità.

 

 
Grand Cay.JPG

Grand Cay.JPG

I cottage dove soggiornerai

sede.JPG

sede.JPG

Il centro di ricerca SharkSchool a Grand Cay

ingresso porto.JPG

ingresso porto.JPG

L'ingresso al porticciolo di Grand Cay

Break.JPG

Break.JPG

Un break al ristorante

Sistemazioni

Pernotterai in una stanza  standard con due letti queen size. Le camere sono semplici, pulite e sono dotate di aria condizionata, TV, bagno con doccia e balcone con vista sul mare. Non ti aspettare lo Sheraton, sei pur sempre su un isolotto di pescatori e abbi pazienza se ogni tanto va via l'acqua. Normalmente nel giro di pochi minuti i tecnici locali sistemeranno l'impiccio.

 

Come arrivare

Di solito, l’itinerario su Grand Cay dall’Europa è il seguente: volerai su Freeport – Grand Bahamas – passando da Miami, in Florida. Trascorrerai la notte a Freeport in hotel, per poi volare su Walkers, Grand Cay il giorno successivo alle 7.00. Da qui, una barca ti porterà in circa 15 minuti a Grand Cay. Attenzione: la tratta di andata e ritorno in taxi dall’aeroporto di Freeport all’hotel non è inclusa nel tuo pacchetto di viaggio. Il costo per ciascuna tratta è di circa 15 dollari.

In alternativa, esistono altre itinerari. Per esempio, passando da Atlanta – Georgia, dove potrai visitare il locale acquario, famoso nel mondo. Per gruppi a partire da sei persone, possiamo organizzare un volo privato dalla Florida per Grand Cay. Provenendo dall’Europa, ti servirà un passaporto valido per sei mesi successivi alla tua data di arrivo. Di solito non è richiesto alcun visto. 

 

Immersioni

Le immersioni sono tutte fatte a ridosso della barriera e dalla barca. Ci immergiamo “solo” una volta al giorno (ma con tempo di fondo “illimitato”, vista la scarsa profondità), in modo tale da aver tempo a sufficienza nel pomeriggio per lo snorkeling  e gli esercizi di interazione con gli squali. E’ possibile immergersi una seconda volta, ma solo dopo che tutti i partecipanti saranno d’accordo in merito (una seconda immersione, infatti, esclude la possibilità di fare snorkeling, specialmente in inverno). 

 

07.00 - 09.00 prima colazione
09.30 ritrovo al diving
10.00 partenza in barca
10.30 immersione (tempo di fondo illimitato)
13.00 Shark Beach (snorkeling /bagni)
15.00 ritorno al diving
17.00 - 19.00 lezione in aula
20.00 cena

 

Tiger Beach - Bahamas

 

La spiaggia della tigre. Il nome dice tutto: squalo tigre. Una specie superlativa che richiede la massima attenzione, ma che regala enormi soddisfazioni. Non sono solo le sue dimensioni ad essere imponenti, ma anche l’incredibile quantità di informazioni errate sul suo conto. Quel che è certo è che gli squali tigre, come qualsiasi altra specie, possiedono un linguaggio del corpo estremamente complesso che inizierai a comprendere giorno dopo giorno.

 

SharkSchool collabora con  l’equipaggio del Dolphin Dream, forte dell’esperienza ventennale del capitano Scott Smith. Chi lo conosce sa che il capitano dà più del massimo quando si tratta della sua barca e delle immersioni con gli squali. Tiger Beach si trova alle Bahamas, nel bel mezzo del nulla: per una settimana non vedremo terra. Questa destinazione è dedicata a subacquei che si sanno adattare: chi vuole trascorrere una vacanza con una sistemazione cinque stelle è meglio che opti per un altro tipo di viaggio.

 

Il tigre

Il tigre

E' lui lo squalo che andremo ad incontrare, ma ce ne saranno molti altri

Un limone

Un limone

Hanno l'aspetto pacioso, ma sono belli grossi...

Risalendo in barca

Risalendo in barca

Più che in immersione sembra di stare in un acquario..

Sistemazione

Il Dolphin Dream è un’imbarcazione perfetta per questo tipo di workshop, non solo perché il porto di provenienza di questo peschereccio da granchi completamente rimodernato è Pensacola (quartier generale della SharkSchool), ma soprattutto perché è perfetto per qualsiasi condizione del mare. Chi si appresta a partecipare al workshop sarà felice di sapere che a bordo del Dolphin Dream prendono posto solo 12 subacquei alla volta e che c’è tutto lo spazio per loro e le loro attrezzature. 

Le dimensioni dell’imbarcazione sono 26m per 8m. Le sei cabine doppie, con un letto a castello ciascuna, sono piccole, essenziali e non sono di certo da imbarcazione super lusso, ma sono comunque confortevoli. L’area ricreativa e dove vengono serviti i pasti è attrezzata con TV, DVD/VCR, stereo, una piccola libreria e una piccola videoteca con film in Inglese (se li preferite in Italiano, potrebbe essere utile portarne con voi sul vostro tablet o sul pc).

Il primo impatto con la sistemazione può essere non dei migliori per chi è abituato alle barche da crociera del Mar Rosso o delle Maldive, ma dopo poche ore ci si rende conto che il Dolphin Dream è perfetto per questo tipo di viaggio. Le cabine non hanno bagno privato, ma i due bagni con doccia sono in condivisione e mantenuti sempre pulitissimi dall'equipaggio. L’aria condizionata è centralizzata.

I pasti (colazione, pranzo, cena) sono vari e più che accettabili, ma scordatevi gli spaghetti e la cucina all'italiana per una settimana. Le bevande sono incluse nel pacchetto.

 

La giornata tipo sul Dolphin Dream

 

08.00 - 09.00 prima colazione
09.30-12.00: immersioni libere per tutta la mattina
12.30 - 14:00: pranzo
14.00 - 17.00: immersioni libere
18.00-19.00: lezione/seminario

20.00 cena